Una sala grande grande: La sala Tap
Una sala piccola : La sala Tip
Una sala di musica: La sala Sing

Dappertutto si respira passione entusiasmo volontá!

Dal 2008 scuola creativa dove il tip tap la fa da padrona ma anche gli spettacoli sempre inediti sempre originali la rendono forse insolita o forse speciale. La direzione artistica è curata da Michela Bianco, diplomata MTS, allieva principalmente di Gillian Bruce e poi assidua studente a innumerevoli stage di tap con maestri e ballerini internazionali.

Popolata da una maggioranza di bimbi e ragazzi e una buona fetta di adulti scatenati che ballano dal livello base a quello avanzato, si tappa tanto, ma si balla anche hip hop, modern e classic, si canta e si recita e si impara la dizione.

Si cresce, si va anche fuori cittá a studiare tanto con i migliori ballerini di tap, o si esce con scarpe e pedane nelle strade, con le band, nei teatri per gli eventi e si balla tanto per beneficenza. Insomma, le nostre foto sono mosse perché noi non stiamo mai fermi!

E il tutto con un tocco di blu… se entri a far parte di Toc Toc, toccherá anche a te lasciare la tua impronta blu sul muro!

Michela Bianco

Ballerina autodidatta scrittrice di testi teatrali entra all’Accademia MTS di Milano nel 2002, studia tap con Gillian Bruce e si innamora così tanto di questa disciplina che fa l'esame per diventare maestra in tap dance con la Midas.
Inizia a insegnare a Trieste nel 2006 e l'incontro con la sua prima allieva Corinna De Giacomi (che diventerà poi la sua referente per organizzare stage con ballerini stranieri) porta Michela a studiare sempre di più e a partecipare a stage in Italia e all'estero con tantissimi ballerini e insegnanti del panorama internazionale : Jason Janas, Lee Howard, Ludovico Hombravella, Josette e Joseph Wiggan, Barbara Duffy, Sara Reich, Rubén Sanchez, Guillem Alonso, Roser Font, Sharon Kirch, Roxanne Butterfly, Andrew Black, Avalon Rathberg, Chloe Arnold, Ivan Bouchain e Lucas Tadeo.
Nel 2008 apre l’associazione Toc Toc con l'intento di passare la sua passione a bimbi e ragazzi e adulti. Oggi ci sono centotrenta allievi di tap di tutte le età e tutti i livelli. Lo stile rimane legato al Musical, ogni coreografia è per Michela una storia che si racconta.
Negli ultimi anni tra Barcellona e Trieste Michela e i suoi allievi hanno iniziato ad esibirsi e improvvisare con band e big band (Shipyard Big band, Early Jazz Band) organizzando a Trieste tre Tap Jam con il tanto amato Ludovico Hombravella e anche un Cutting Contest con Corinna De Giacomi e Patricia Villalon Rafols e inoltre ballando con delle piccole pedane anche nelle strade come originariamente facevano gli Hoofers.

Ogni anno a giugno la scuola propone uno spettacolo di fine anno una storia scritta da Michela Bianco sempre inedita e originale anche recitata e cantata, dove si esibiscono tutti gli allievi della scuola con pezzi editi e anche canzoni inedite scritte dal padre Enrico Bianco e con arrangiamenti e musiche originali con lo zampino di Maxino Cernecca   

Gare e concorsi:
1 posto Piccole Stelle Trieste 2009

2 posto al Musical Day di Milano 2010
3 posto al World Dance Trophy 2012
1 posto Cutting Contest Tap on Barcellona 2014

Sono state vinte borse di studio dai suoi allievi sia per l’Italia che per l’estero.
Numerosissimi gli inviti ad eventi ed esibizioni in regione e non solo.
In aprile 2014 Michela è riuscita a portare i Tappers a Trieste organizzando anche uno stage con loro e Gillian Bruce, la sua prima insegnante e nota coregrafa di tap e Musical in Italia.
Settembre 2014 ospiti a Milano per un Gala di beneficienza Tap For No Pain.
Nel maggio 2015 ospite coi Tappini al Gran Gala’ del Turin Tap Festival
.
Molto sensibile alle iniziative di beneficienza, l’associazione è sempre lieta di dar gioia e contribuire con le sue esibizioni ad aiutare chi è meno fortunato.
Il devoluto del primo spettacolo di Toc Toc datato 2009 è stato donato all’associazione Fibrosi Cistica, oltre a numerose esibizioni in questi anni per vari enti (Un futuro per Aurora, Aism, Igor, No Pain)

Curiosità 1: Ogni allievo che entra a Toc Toc lascia l'impronta della sua mano dipinta di blu sul muro e anche ogni insegnante o ballerino ospite... in più c’è un muro di claquette firmate da tutti i ballerini conosciuti agli stage.
Curiosità 2: Michela ha scritto 5 romanzi mai pubblicati…scrivere per lei è ballare seduta
Curiosità 3: Ballare non ha limiti, Michela insegna a non udenti e non vedenti
Curiosità 4: …e anche a un’intera squadra di calcio di ragazzini